La polemica di Selvaggia Lucarelli scatena l’hashtag #selvaggiavspastori

In queste ore sta spopolando su twitter l’hashtag #selvaggiavspastori. Il tutto è però dovuto ad un altro social network: stiamo parlando di Facebook dove la nota giornalista Selvaggia Lucarelli si è imbattuta in una nuova polemica. Ad entrare nelle sue mira sono stati gli amministratori di Sesso Droga e Pastorizia, pagina facebook che vanta quasi 1,5 milioni di like.

L’accusa della giornalista è tutta riassunta in queste parole, estratte dal suo lungo messaggio: “La pagina fb Sesso droga e pastorizia su cui girano indisturbati tutti i link porno che denunciano i giornali e le TV da mesi con commenti che sono oltre il bullismo rimane lì indisturbata e aperta senza che nessuno intervenga. Loro ovviamente non mettono il link, mettono una foto o un commento sulla Leotta di turno sapendo che sotto si scatenerà la pioggia dei link ai video ad opera dei commentatori.

L’amministratore della pagina presa di mira, sostiene che gli è impossibile moderare i numerosi commenti che ogni giorno la pagina riceve ma non solo: sulla pagina, ben visibile in alto e per lo più scritto in maiuscolo, parte la rivolta contro la Lucarelli che, a sua volta, viene accusata di lucrare su storie di persone come la ragazza napoletana, recentemente suicida dopo che un suo video hot era diventato virale.

 

Advertisements