Russia 2018, tutti contro il Brasile

Manca solamente un anno all’appuntamento più agognato dagli appassionati di calcio mondiale, quel mondiale di Russia 2018 che per la prima volta verrà ospitato nell’ex paese sovietico. La manifestazione, che si ripete ogni quattro anni, verrà giocata per la ventunesima volta nella storia e sarà disputata dal 14 giugno al 15 luglio dell’anno prossimo. Con i padroni di casa già classificati in qualità di organizzatori, nei prossimi tre mesi si definiranno tutte le trentadue partecipanti alla competizione, per poi dare luogo al sorteggio degli otto gironi. Oltre alla Russia, il Brasile, il Giappone e l’Iran hanno già staccato il biglietto per Mosca in quanto già dominatori assoluti dei loro gruppi di qualificazione.

Come segnalato dai bookmakers delle scommesse di Bet365 la Francia sarà una delle principali candidate al titolo in questione, insieme al Brasile, alla Germania e all’Argentina, sebbene quest’ultima stia attraversando una fase di gioco non eccezionale e debba ancora certificare la sua partecipazione alla competizione. La squadra allenata da Didier Deschamps può contare su una serie di giovani fenomeni come il diciottenne Kylian Mbappe, il secondo acquisto più caro della storia del calcio fino a questo momento nell’ambito del passaggio dal Monaco al Paris Saint Germain, ufficializzato pochi giorni fa per una cifra intorno ai 180 milioni di euro. Insieme a lui in attacco ci sarà Antoine Griezmann, miglior giocatore dell’Euro 2016 e trascinatore assoluto dell’Atletico Madrid di Diego Simeone.

Tuttavia, il Brasile di Neymar Jr, acquisto record della storia del calcio dopo essere passato dal Barcellona al Paris Saint Germain per 222 milioni di euro, è in questo momento la squadra più in palla di tutte. Dopo l’arrivo dell’allenatore Tité sulla panchina prima occupata da Dunga, la Selaçao ha inanellato una serie di nove vittorie consecutive nel maxi gruppo di qualificazione della CONMEBOL, la federazione calcistica del Sud America. Con 36 punti in cascina e la spaventosa cifra di 37 gol messi a segno, il Brasile ha già vinto il girone e si candida in maniera decisa a vincere il prossimo mondiale, che potrebbe avere in Neymar la grande figura. L’attaccante del PSG, che compirà 26 anni a febbraio, arriverà in Russia con la maturità giusta per diventare l’assoluto protagonista del calcio mondiale e in qualità di leader della sua nazionale, dopo che nel mondiale 2014 dovette abbandonare i suoi compagni ai quarti per un infortunio.

Ma è ovvio che anche la Germania vorrà dire la sua. La selezione allenata da Joachim Low, che si è imposta nell’ultima Confederations Cup, una sorta di prova generale del mondiale, oltre a essere campione del mondo in carica ha dalla sua un parco giocatori di tutto rispetto e punta sul giusto mix tra giovani ed esperti per ripetere il trionfo della finale di Rio contro l’Argentina e ottenere così il suo quinto trionfo mondiale, che la porterebbe ad eguagliare proprio il Brasile.

Le tre squadre già citate saranno sicuramente protagoniste in Russia. Con permesso dell’Argentina di Messi e di una Spagna in via di rifondazione. Ma con vari mesi ancora dal calcio d’inizio gli equilibri possono cambiare.

Advertisements